Ex ordinanza

 

Scheda di Absolut - arma fotografata collezione privata di Absolut

 

Il concetto di "arma lunga di ordinanza" Ŕ cambiato molto nell'ultimo secolo.

Secondo Edward Ezell (proprio lui, quello che ha scritto "armi leggere di tutto il mondo") la prima Guerra Mondiale fu una "guerra di posizione" e quel che si chiedeva ad un'arma lunga era di utilizzare munizionamenti che garantissero precisione e letalitÓ fino a 1.200 metri ed oltre.

Durante la II G.M., che fu una "guerra di mobilitÓ" invece il campo di utilizzazione effettivo delle armi leggere raramente superava i 350 metri.

Fu proprio questa constatazione che spinse i progettisti ad aumentare i volumi di fuoco a scapito della distanza di utilizzo. Si pass˛ dai fucili bolt-action alle carabine semiautomatiche, per arrivare ai fucili mitragliatori che avevano una distanza utile di circa 150 metri, ma un volume di fuoco che li rendeva validissimi in scontri ravvicinati.  

Insomma... il tempo Ŕ passato, ma chi pensa che un fucile pi¨ moderno sia pi¨ preciso di un fucile "vecchio" dovrebbe provare ad andare a sparare a lunga distanza con un fucile "vecchio" (un P17, o un Mauser Svedese, o un Enfield no.1..) e con un fucile "moderno" come l'M16 o lo Steyr AUG.

Per personale esperienza... la prova si risolve con un verdetto a favore dei fucili "vecchi", che spesso hanno fatto due guerre mondiali ma restano ancora dei capolavori di meccanica e di ingegneria.

Riguardo ai link elencati qui sotto... qualcuno diceva che "copiare da uno Ŕ plagio, copiare da tanti Ŕ ricerca". Io sto cercando di fare ricerca, e sto realizzando delle mini-pagine in lingua italiana alle quali ho cercato di aggiungere informazioni utili trovate a volte su libri italiani ed esteri, ed a volte su siti web visitati nel corso degli anni.

Potrei avere "rubato" qualcosa anche sul sito di qualche frequentatore, in tal caso me ne scuso sin d'ora e sono disponibile a rimuovere le eventuali pagine protette da copyright. Basta scrivermelo.

D'altra parte a mia discolpa posso solo dire che si tratta di un sito realizzato da appassionati e per appassionati, e che in questo "lavoro" non c'Ŕ alcun fine di lucro.